Quanto valgono legalità ed emersione dal lavoro nero? Almeno 1 miliardo! Una proposta dalla campagna Ero straniero

Almeno 1 miliardo di entrate fiscali ogni anno. Queste le risorse che deriverebbero per lo Stato da una “operazione legalità” attraverso un provvedimento di emersione rivolto a quei cittadini stranieri – già presenti nel nostro Paese – che hanno un lavoro ma non hanno i documenti per essere assunti, secondo i promotori della campagna “Ero straniero” che hanno voluto offrire a governo e Parlamento un contributo molto concreto alla legge di bilancio.

Una scelta di legalità e sicurezza: un provvedimento straordinario di emersione per i cittadini stranieri irregolari e costretti al lavoro nero. Sarebbe una soluzione win-win, con effetti positivi per tutti in breve tempo: a livello economico, con nuove entrate per lo Stato, e a livello sociale, in termini di sicurezza e impatto positivo sui territori. Questa la proposta avanzata il 12 novembre nel corso di una conferenza stampa dai promotori di Ero straniero, che nel 2017 hanno depositato con 90.000 firme alla Camera la proposta di legge di iniziativa popolare per superare la legge Bossi-Fini, ora all’esame della  Commissione affari costituzionali. 

Punto di partenza del ragionamento è il contrasto all’irregolarità, una questione sempre più urgente, visto l’aumento dei numeri: secondo l’ultimo Dossier statistico immigrazione (Idos), i 530 mila stranieri irregolari stimati in Italia a inizio 2018 lieviteranno entro il 2020 a oltre 670 mila ed è ormai noto a tutti che queste persone difficilmente potranno essere rimpatriate e finiranno per ingrossare le fila del lavoro nero, dei circuiti illeciti e della marginalità sociale.  Leggi tutto “Quanto valgono legalità ed emersione dal lavoro nero? Almeno 1 miliardo! Una proposta dalla campagna Ero straniero”

Share

Ero Straniero, un impegno che non scade!

Fondazione Casa della carità e Accademia della carità invitano a un incontro pubblico per rilanciare gli obiettivi culturali e politici dell’accoglienza dei migranti. 

Mercoledì 30 maggio – ore 18.00
Auditorium Casa della carità – via Francesco Brambilla, 10
Milano

In un momento in cui si prospettano scelte politiche di forte chiusura in tema di immigrazione e accoglienza non ci rassegniamo a veder vanificato l’impegno collettivo di migliaia di persone che hanno raccolto firme e organizzato incontri e manifestazioni con l’obiettivo di cambiare la legge sull’immigrazione e la narrazione del fenomeno migratorio, affermando una cultura dell’accoglienza più giusta e più equa, che sappia rispondere al meglio alle nuove sfide che le migrazioni ci pongono.

Per dibattere su come andare avanti e individuare nuove azioni per contrastare una politica che vuole che i migranti restino “stranieri” e senza diritti, ci troviamo mercoledì 30 maggio alle ore 18 alla Casa della carità.

Ci aiuteranno a riflettere:
don Virginio Colmegna, presidente della Fondazione Casa della carità,
Chiara Favilli, docente di Diritto dell’Unione Europea all’Università di Firenze,
Livio Neri, avvocato dell’Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione
Pierfrancesco Majorino, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Milano.

L’evento è inserito nella rassegna “Insieme senza muri”, promossa dall’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Milano. Per info: www.insiemesenzamuri.it

Vi invitiamo a diffondere questo invito a chiunque riteniate interessato.

Per maggiori informazioni sull’evento: [email protected]

Share

Ero Straniero compie un anno!

Ero Straniero compie un anno!

Il 12 aprile 2017, infatti, insieme ad Acli, Arci, ASGI, A Buon Diritto, Centro Astalli, CILD, Cnca e Radicali Italiani abbiamo lanciato la nostra campagna culturale per cambiare la narrazione sul fenomeno migratorio e una proposta di legge di iniziativa popolare per superare la Bossi-Fini, che ha ottenuto la firma di 90mila cittadini.

La presentazione di Ero Straniero al Senato, il 12 aprile 2017

Il regalo più bello che chiediamo per questo compleanno è che la nostra proposta, che vuole regolare l’immigrazione puntando su accoglienzalavoro e inclusione, venga al più presto discussa dal nuovo Parlamento.

Share

Si firma nei Municipi fino al 17 ottobre

Sta giungendo al termine la raccolta di raccolta firme per sostenere la legge di iniziativa popolare promossa dalla campagna Ero straniero – L’umanità che fa bene“, per cambiare le politiche sull’immigrazione e superare la legge Bossi-Fini investendo su lavoro e inclusione.

Sono però ancora tanti i banchetti che si tengono ogni giorno in tutta Italia

A Milano è possibile firmare anche nei nove municipi della città e all’anagrafe centrale di via Larga fino a martedì 17 ottobre con i seguenti orari: Leggi tutto “Si firma nei Municipi fino al 17 ottobre”

Share